I colori dell’autunno

I colori dell’autunno non sono solo i più belli per la natura, ma anche i più caldi e personali per l’abbigliamento maschile.

Con l’ingrigirsi del cielo, l’abbassarsi delle temperature, l’aumentare della pioggia ed il diminuire delle ore di luce, escono dagli armadi tessuti più spessi e ruvidi, o dai cassetti maglioni morbidi e leggeri. Il mondo della moda, quest’anno come di regola generale, propone che però l’abbigliamento e il paesaggio non si discostino poi così tanto, suggerendo l’uso di blu, verde, grigio, beige, cammello e marrone in tutte le loro sfumature.

Anche pantoni più forti, come il bordeaux, sono ideali per allinearsi alla stagione. Le stesse tendenze si svilupperanno in inverno, ma ai classici intramontabili e sempre adeguati (completi e abiti grigi, blu, gessati) si possono efficacemente alternare, in questo periodo, i primi Tweed, o le fantasie che possono ricordare il fogliame degli alberi.

Se l’eleganza è poi un fattore personale, è anche vero però che il business del made in Italy, e non solo, la reinterpreta di anno in anno in modo differente ed originale: è così che chi vorrà osare, sul finire del 2016, potrà tener presente che i trend vanno verso il rosso, il fucsia ed il viola (promossi da brand come Dior Uomo, Ferragamo, Berluti) da smorzare sempre in abbinamento con classici grigi più o meno scuri.

Resta però invariato un consiglio generale, che trascende modelli e tendenze: ovvero l’ampliarsi delle possibilità per il vestire che si hanno prima di uscire di casa. Spolverini, cappotti leggeri o impermeabili, da un lato hanno la funzione pratica di proteggere da freddo e intemperie impreviste, dall’altro costituiscono un elemento in più per avere un aspetto esteriore più completo e curato.

Un suggerimento aggiuntivo è, poi, considerare che non solo il soprabito può assolvere alle due funzioni pratica ed estetica, ma anche altri capi come i gilet: trasformare un completo in un tre pezzi, comprensivo di panciotto, estende la possibilità di spezzarne la monotonia creando infinite possibilità di combinazione ed uno stile decisamente retrò ma di livello. Tanto sotto outfit formali, quanto per tenute più sportive (ad esempio pantaloni color tabacco, giacca a fantasia Tweed e panciotto in nuance marrone con i pantaloni). Spazio alla fantasia.

Lascia un commento